Lezioni private su come vincere la paura dell'acqua attraverso la Consapevolezza Corporea Acquatica

Grazie a tutte le persone che ho seguito in questo percorso ho appreso che:

- il 90% delle persone parla di fobia dell'acqua senza sapere che la fobia è ben diversa dalla paura.

- il 98% delle persone non conosce il proprio corpo in acqua.

- all'80% delle persone che vuol vincere questa paura, manca un trauma per parlare di paura. Parla di questa emozione perchè non ha gli strumenti per andare dove l'acqua è più fonda.

FOBIA E PAURA

Una persona che ha la fobia dell'acqua, molto, molto difficilmente entrerà in acqua. La fobia nasce da un trauma fortissimo in cui la risposta istintiva di fuga o protezione è stata rapidissima senza lasciare spazio a un minimo di ragionamento. Ogni qualvolta che un episodio simile si ripete, la testa (avendo registrato il trauma orginale) ripeterà la stessa velocissima reazione!

La paura ha un processo neurologico diverso. Questa emozione, ha il compito di difenderci da situazioni pericolose. Puoi considerare la paura come uno stato d'allerta che la testa t'invia e ti dice "...io non ti faccio fare quello che vorresti perchè non ne sei capace..." Cosa vuol dire questo? Vuol dire che la paura esente da traumi, nasce al momento in cui non hai le capacità per affrontare ciò che vorresti. Ben diversa è la paura da traumi, in cui ogni qualvolta ti avvicini a un contesto in cui è nato il trauma, la testa ti allontana perchè lei deve farti sopravvivere (bisogni di Maslow) e fino a quando non informi l'inconscio di ciòche vuoi fare, sarà lui a comandare! 

CONSAPEVOLEZZA DEL PROPRIO CORPO
Se il nuoto è una delle attività sportive più complesse a livello coordinativo, una delle premesse più importanti è che devi conoscere i principi (base) di galleggiamento del corpo.  Nel metodo Consapevolezza Corporea Acquatica, imparerai a respirare per rilassarti in acqua, imparerai a stare a galla attraverso il respiro e attraverso le varie posizioni delle braccia e testa, imparerai a riconoscere il tuo corpo quando è teso a quando è rilassato. Questo metodo, per ragione a me sconosciute, non è usato da nessuna piscina ne tanto meno da nessun istruttore. Si tratta di un'acquaticità molto profonda per adulti, dove sarai TU a dovermi rispondere alle domande che ti farò. Perchè questo? Voglio che tu ragioni. Se ragioni e rispondi esattamente so che avrai capito e avrai informato correttamente il tuo inconscio. Tutto questo, porta alla consapevolezza di cui tu  hai bisogno per gestire la paura e assumerti la responsabilità di fare ciò che non hai mai fatto prima.

STRUMENTI E CONSAPEVOLEZZA
Perchè non scali una parete in montagna se non ne sei capace? Perchè non cucini un piatto da grandi chef se non hai la ricetta giusta? La risposta è già nelle domande! Ti mancano gli strumenti, ti manca la capacità di scalare, e ti manca la ricetta. Non potrai mai fare una cosa, se non la sai.  Prima impari, poi fai.  
Nel momento in cui avrai riempito le tue lacune, avrai capito dove sbaglierai, avrai migliorato e saprai descriverti correttamente ciò che stai facendo, potrai parlare di consapevolezza.  Considera questo termine come il sapere ciò che si fa. Sò nuotare quando sono CONSAPEVOLE dei movimenti che faccio e so correggerli. 
Anche se fai 3000mt a nuoto, di corsa, in bici etc etc ma non presti attenzione al COME nuoti, corri, pedali (per me) non sai nuotare...non sai correre...non sai pedalare.